La valle Zelenjak, vale a dire, una parte del valico che si estende tra il fiume Sutla e le barriere Risvica e Cesargrad, di una superficie di circa 50 ettari, dal 1949, è protetta come una rarità naturali, e dal 1961, come una riserva naturale –parco naturale e la natura memoriale. Nel 2011, ci fu una ri-categorizzazione e cambia i confini dell'area protetta, che si estende Risvica e alla montagna di Cesargrad mentre la sua superficie totale oggi è di 287 ettari, e gode della protezione di importanti categoria di paesaggio.
Chi vuole saperne di più su questa parte del patrimonio naturale di Zagorje, potrebbe dirigersi lungo il percorso educativo sulla montagna Risvica, dove la scalata alla cima della montagna con l'aiuto di pannelli informativi vi farà scoprire le diversità naturali. Per conoscere le montagne di Cesargrad, c'è un sentiero che porta a Cesargrad, con pannelli didattici che agli amanti della natura attirara l'attenzione alla vegetazione, la fauna, la struttura geologica e alcune cose interessanti in questo settore.
Una delle caratteristiche di Risvica e Cesargradè la diversità degli habitat, che ha permesso che questa zona relativamente piccola rivela la ricca vita animale e vegetale, in cui ci sono molte specie in pericolo di estinzione. Alla diversità animale contribuisce un gran numero di specie di farfalle, coleotteri, come il coleottero comune cervo e coleotteri, libellule, tra i quali il grande re, e un gran numero di specie di uccelli. Per quanto riguarda la copertura vegetale, Risvica e montagna Cesargrad sono ricoperta di foreste di querce e carpini, e bosco di faggio. L’occhio perfezionista potrebbe percepire qualche pianta rara e protetta come l’iride croata, garofano croato, giglio di Kranj o trifoglio pannonico, mentre nella secca e soleggiataradura il loro habitat hanno trovatonumerose specie di orchidee e proprio nel loro esempio, possiamo dare un'occhiata alla biodiversità di questo paesaggio significativo.