I segreti sono nascosti. E uno dei più dolci è gelosamente custodito per secoli sulle colline di Zagorje. Perché mentre il mondo soffriva di guerre, a vidità, follia umana - Zagorje ha vissuta "pace". Le persone sagge l’hanno sentito, ed sulle "colline" sono rapidamente nati numerosi splendidi castelli, manieri, verdi giardini fioriti. E dove ci sono i castelli li si trovano le serate letterarie, spettacoli, attori, musicisti, concerti, canzoni, folklore, "popevka". Questo spirito rustico unico vive ancora. La campagna è una fiaba. A Zagorje è a portata di mano.

Lo spirito di Zagorje, si può sentire con l'offerta culturale. E’ la tradizione che ha vissuto sulle verdi colline per secoli "sotto i vecchi tetti" in salotti e giardini di molti castelli. E da nessuna parte ci sono così tanti come in Zagorje.

Durante le invasioni turche a Krapina nel centro storico si è tenuta la seduta del Parlamento croato. Krapina era allora una delle poche oasi libere in cui si parlava o cantata senza paura. Non c'è quindi da stupirsi che questa città molto piccola e oggi la capitale della canzone kajkava. Il leggendario salone delle feste ogni autunno celebra la cultura della tradizione kajkava e lo stile di vita. Qua è a causa della tradizione libertaria è nato il risorgimento nazionale croato. L'idea del movimento illirico è progettata da Ljudevit Gaj, e il ricordo di quel tempo mantiene il museo locale. Tutto a soli 500 metri dai siti più importanti allivello mondiale dell’uomo di Neanderthal. Qui e’ scritta la storia del pianeta che ogni visitatore può anche sperimentare nell'ambiente unico del Museo dell’uomo di Neanderthal.

E questo non è l'unica macchina del tempo perché nelle vicinanze a Gornja Stubica nel castello Oršić il Museo della rivolta ci riporta al tempo del famoso Matija Gubec. In suo onore ogni anno in febbraio gli puntari di stubice diventano guerrieri nella messa in scena della rivolta leggendaria. E quando il sole primaverile riscalda la scena della famosa battaglia, il luogo Stubica, celebra ancora una volta la nobiltà. Il famoso torneo ci ritorno nel epoca medievale in un momento in cui l’afferrare la spada per affetto della donna erano nobile.

Un torneo simile si tiene anche ai piedi della possente torre leggendaria del castello Veliki Tabor. I muri di Tabor sono la guardia più celebre della storie d'amore locale, la leggenda di della Giulietta di Zagorje – Veronika Desinić che a causa di un amore non corrisposto con un soggiorno e’statat murata nelle mura del castello. Sulla base di questa leggenda si tiene qui, e il più noto Festival del film corto il Tabor film Festival.

 Amore celebrano anche le “Nozze di Zagorje” al museo etno vicino all’aperto – al "Staro selo" (villaggio vecchio) di Kumrovec. Il luogo di nascita di Josip Broz Tito è la meta preferita di generazioni, e tutti coloro che visitano Kumrovec non possono non vedere Klanjec nel quale si trova la Galleria di Antun Augustincic – la cui leggendaria "Vjesnici mira" decora l'edificio delle Nazioni Unite a New York. Perché andare a New York quando la cultura superiore vive sulle verdi colline. In Zagorje la fiaba è a portata di mano.